Tango, imparare la danza della vita

Il Tango nasce come danza popolare, un mito tra ritmo, danza e arte musicale; è una danza comunicativa e profondamente relazionale. Per questo si è deciso di creare questo progetto, che come obiettivo principale ha l’inclusività nella danza.

Al progetto tango artecipano nove ragazzi della nostra cooperativa tra cui Roberto, Elisa, Lorenzo, Veronica, Maddalena, Luana, Alessio, Nicholas e Francesco.

In questi primi incontri i ragazzi hanno sperimentato in prima persona come ballare migliori lo stato dell’umore e aiuti a interagire con l’altro.

Sono stati sperimentati i benefici fisici di questa disciplina, che intervengono sull’equilibrio, sul controllo della postura del corpo e sulla memoria.

La danza aumenta la capacità di ascoltare il proprio corpo e quello dell’altro, di migliorare la comunicazione di sensazioni ed emozioni attraverso il movimento e di allenare la percezione a diversi stimoli (fisici, spaziali e temporali).

Semplici, ma estremamente intense le esperienze vissute in questa esperienza: l’incontro con l’altro, il contatto, i passi, il camminare insieme, il ritmo, i tempi... tutto questo aiuta e ha aiutato i ragazzi a fortificare la memoria e l’attenzione.

 

Tratto dal numero di dicembre di Iter News

Collaborazioni