L’inclusione al lavoro passa da ‘Buonissimo’

Dopo una sperimentazione partita a dicembre 2018 si sta consolidando il progetto tra Iter e il supermercato “Buonissimo Conad City” di Via Benacense. Un progetto di inclusione sociale e lavorativa che in una prima fase ha coinvolto tre utenti impiegati nei vari ambiti dei servizi di Buonissimo.

Il supermercato ‘Buonissimo’, ospitando alcuni utenti supervisionati da personale interno e da un educatore,  ha fatto una scelta sociale per dimostrare i valori del colosso della distribuzione Conad che rappresenta.

Il nuovo progetto di inclusione sociale e lavorativa prevede l’inserimento all’interno del negozio e del bar annesso di tre ragazzi diversamente abili. L’intento formativo del progetto in un contesto lavorativo reale dimostra la volontà di voler lavorare insieme a realtà dell’economia locale.

I ragazzi affiancano il personale del negozio nelle operazioni  quotidiane, sperimentando un ambiente di lavoro dinamico e rapportandosi con i colleghi e confrontandosi con i numerosi clienti del negozio.

In questa prima fase il progetto prevede la presenza dei ragazzi presso ‘Buonissimo’ nelle mattinate del martedì e del giovedì fino a febbraio.

 

 

FINALITA’ DEL PROGETTO

Tra le finalità del progetto c’è la possibilità di migliorare le proprie abilità relazionali e lavorative in un contesto esterno. Un modo di sperimentarsi per poter acquisire competenze lavorative specifiche.

I ragazzi si sono confrontati con l’organizzazione del negozio conscendo il personale, le varie figure e ruoli. Il gruppo è riuscito a mantenere un comportamento e abbigliamento adeguato e ad aderire alle regole del contesto lavorativo. A questo si aggiunge l’abilità di chiedere informazioni e ascoltare i colleghi.

Collaborazioni