news

L’obiettivo è fare la spesa in autonomia e cucinare con la supervisione di un educatore. È un’attività che consente di sperimentarsi, di mantenere vive (o di sviluppare) abilità legate alla vita quotidiana acquisendo sicurezza in uno degli ambienti principali della vita domestica e diventando di supporto alla famiglia.

Questo percorso stimola la memorizzazione, aumenta le capacità manipolative e sollecita il corretto uso della sequenzialità dei procedimenti, esercizi fondamentali per sviluppare o mantenere abilità cognitive di base. Il piccolo gruppo è per noi l’ideale per promuovere la socializzazione e la condivisione di compiti assegnati, partecipano infatti 6 ragazzi divisi in due gruppi da 3.

L’obiettivo del gruppo “Autonomia domestica 1.0” - composto da Veronica, Maddalena e Mauro G. -  è  la preparazione della merenda per il nostro Complemese.

Per il gruppo Autonomia domestica 2.0 - composto da Mattia, Jon e Alin – l’obiettivo è  la realizzazione del pranzo una volta al mese che viene preparato e condiviso, con le conseguenti pulizie della cucina.

Cucinare non è solo preparare e cuocere le vivande. Cucinare è molto di più per noi, perché è un vero e proprio momento di benessere in grado di stimolare lo stato psicofisico dei ragazzi della cooperativa.

Tutto il percorso punta all’esperienza personale e interpersonale, dove ognuno partecipa nel grado e nelle abilità che gli competono ed è un tassello indispensabile di tutto il processo; ognuno integra i propri saperi e capacità a quelle degli altri e tutti sono corresponsabili del prodotto finale.

#iter #cucina #autonomia #saperfare

 

 

 

La pandemia non ferma la ricerca di fondi e grazie alla piattaforma “Lotteria per il sociale” sono stati raccolti quasi 3000 euro che saranno destinati alle attività di inclusione sociale.

Iter ha consegnato il premio della lotteria, un fantastico scooter elettrico donato da Greenscooter.

Grazie a tutti coloro che hanno acquistato i biglietti della lotteria!

 

A questo link puoi vedere il servizio del TGR Regionale.

 

https://cutt.ly/BkzcPlC

 

 

 

La farmacia Barbacovi di Via Benacense è una realtà che da 45 anni a Rovereto conduce con professionalità un servizio alla comunità.

La disponibilità al sociale dimostrata in questo momento si è concretizzata con la richiesta di realizzare il calendario 2021 a partire da immagini positive oltre che per sostenere i progetti sociali di Iter. Per questo, insieme al laboratorio Occupazionale Educativo OE della cooperativa Iter, si è pensato di puntare a colorare e abbellire dei disegni seguiti dai ragazzi dell’OE.

Il risultato è ben augurante per un cambio di passo per questo anno. Una serie colorata di disegni che promuove il progetto di Iter con allegria e simpatia.

 

 

“Fare pulizia è quello che so fare” è il commento di Matteo quando partecipa all’attività di pulizia e riordino all’area Camperte. Nelle ore del mattino, dal lunedì al venerdì, partecipano alle attività Stefano Debiasi con Filippo, Marco Daldos, Matteo Z., Mattia Luna e Thomas Libardi.

A questa presenza si aggiunge il gruppo del lunedì pomeriggio che, insieme all’operatore, vede partecipare Maurizio, Matteo Z., Roberto Z. e Lorenzo V.

“CamXte” nasce dal bisogno di valorizzare l’area attrezzata camper service per dare continuità ai servizi e migliorare le potenzialità a beneficio dei fruitori e della città.

Iter cooperativa sociale si prende cura ogni giorno dell’area CAMxTE, è il suo giardino speciale che attraverso la creatività e il lavoro genera connessioni tra turista e territorio.

“CamXte” è un progetto inter-assessorile a cavallo tra Politiche Sociali e Patrimonio che punta alla gestione dell’Area Sosta Camper in collaborazione con Società Multiservizi Rovereto (S.M.R.)

ITER cura l’area con l’intervento di ragazzi, volontari e collaboratori nonché di altri soggetti partecipanti al Tavolo della disabilità o con bisogno di recupero recupero psico-sociale.

 

Il progetto uscite 'benessere' del giovedì ha fatto tappa a Trento con un approfondimento al Castello del Buonconsiglio, un viaggio di storia e cultura.

E' arrivato l'autunno e non poteva mancare la visita al famoso "Ciclo dei Mesi" di Torre Aquila.

La visita al ciclo dei mesi è anche l'occasione per (ri)vedere il Castello del Buonconsiglio nella sua interezza, un monumento che non finisce di stupire per la propria maestosità ed i molti tesori che custodisce.

Una bella visita per imparare e condividere il piacere della scoperta.

Pagine

Collaborazioni