news

Con il progetto Itinerari,  ITER ha vistiato l'antico Parco Arciducale a due passi dal centro storico di Arco, in

un'oasi di completo relax immersi nel verde.

Lungo il semplice sentiero percorribile all'interno del parco ci siamo imbattuti nella Iris Giapponese e nella

Sequoia sempreverde degli Stati Uniti, abbiamo visto la pianta del Cedro, del Pompelmo o il Bosso delle Baleari.

Tra le curiosità un piccolo stagno al centro del parco con una miriade di tartarughe e carpe bianche e rosse.

Nel pomeriggio abbiamo visitato la mostra del progetto Segantini al MAG di Arco, realizzato in collaborazione con

il MART di Trento e Rovereto e curata da Alessandra Tiddia.

Grazie ai volontari che hanno aiutato.

 

La Notte Verde è la manifestazione a cura del Comune di Rovereto che ha coinvolto la città nella giornata del 1 giugno. Un evento dedicato all'ambiente, alla sostenibilità e all'innovazione che cerca di concentrarsi sui temi di aria, acqua, terra e fuoco.

Nel corso della Notte Verde sono stati esposti i vasi decorati con la raffia verde e abbelliti da fiori e cuori fustellati. Inoltre sono stati diffusi i fiori verdi e bianchi curati dai laboratori della cooperativa sociale ITER. La preparazione dei fiori è partita a inizio maggio e ha coinvolto utenti e volontari del laboratorio Occupazionale-Educativo.

Una occupazione che ha richiesto impegno da parte dei ragazzi nella fase della fustellatura fatta con le eccezionali big-shot e usando il feltro bianco e verde in sintonia con la manifestazione.

Nella seconda fase di assemblaggio è stato richiesto impegno e precisione. Un lavoro di gruppo per celebrare una giornata importante.

Una giornata che ha visto stand, animazione, installazioni artistiche e spettacoli. Un evento che ha coinvolto associazioni, scuole e enti museali fino a notte. Grazie per questa opportunità.

In collaborazione con Consorzio Rovereto In Centro e Buonissimo

#notteverde#cenainbiancoeverde#cenainbiancoeverde2019

Continua l’impegno  dei ragazzi coinvolti nel progetto Ability Sport atletica che nelle scorse settimane hanno partecipato al Campionato Provinciale e a quello Interregionale Fisdir organizzati dal U.S. Quercia di Rovereto.

 

Il progetto Ability Sport atletica è realizzato con il contributo della Fondazione Caritro.

 

L’appuntamento settimanale è allo Stadio tutti i martedì, e per qualcuno, anche il venerdì, dove l’allegria ed il piacere di incontrarsi si uniscono all’impegno e alla concentrazione con l’obiettivo di specializzarsi sempre di più nel salto in lungo, nella corsa dei 60, 100 e 400 metri. Quello allo stadio è un momento importante per poter conoscere ulteriormente sé stessi, mettersi alla prova, osservare e condividere i propri miglioramenti, confrontarsi con altri atleti che frequentano la pista.

 

A metà aprile i ragazzi sono stati invitati al convegno, organizzato dagli studenti dell’Istituto Don Milani, dedicato allo Sport e alla disabilità, raccontando la loro esperienza, le motivazioni e fatiche sotto gli occhi sbigottiti di molti studenti.

 

Con il Liceo A. Rosmini di Rovereto, invece, sono in programma due allenamenti straordinari nel mese di maggio, in compagnia della classe 5° (del percorso di Scienze Applicate) e del Prof. Mauro Pancheri; un’occasione reciproca di conoscenza, confronto e riflessione rispetto alle diverse sfaccettature del mondo sportivo.

L’arrivo del primo caldo non fermerà i nostri atleti che verso la fine di giugno saranno occupati nelle competizioni Nazionali Fisdir a Padova e Macerata.

 

di Elisa Canal

 

 

 

Segnaliamo inoltre che è stata programmata su TrentinoTv l'intervista a Roberto Miorandi, referente dell'attività  e a Francesco Giangrande, ragazzo impegno nelle attività dell'Ability sport.

La trasmissione parla del progetto al minuto 15 della puntata dello scorso 28 maggio 2019.

http://www.trentinotv.it/video_on_demand.php?id_menu=30

 

Gioia di vivere e passione per lo sport sullo sfondo della tradizionale manifestazione sportiva  a Caldaro.

Lo scorso 22 maggio, alla 36a Festa dello sport dedicata ai disabili, ha partecipato un gruppo della cooperativa sociale Iter.

Alla festa, promossa dall'Ufficio persone con disabilità, dall'associazione Lebenshilfe e dalle Scuole per le professioni sociali "Hannah Arendt" e "Levinas", con la collaborazione del Comune di Caldaro, hanno preso parte oltre 1600 persone provenienti da 63 strutture.

I ragazzi della cooperativa Iter hanno partecipato alle varie competizioni sportive che spaziavano dai 50 e 100 metri di corsa, ai 50 metri su sedia a rotelle, dal salto in lungo al lancio del vortex.

 

Grazie agli accompagnatori e agli organizzatori. Al prossimo anno.

Lo scorso 22 maggio, nel  50° anniversario del Lions Club Rovereto Host è stato premiato il progetto “IO DOMANI” delle due Coop. Sociali della città ITER e Il Ponte, rendendo possibile l’arredamento complessivo di un ampio appartamento destinato ad ospitare a rotazione tre loro ragazzi.

Molti i presenti alla semplice ma toccante cerimonia del taglio del nastro. Dal Presidente della Coop. ITER Fabio Marega al Direttore della stessa Paolo Mazzurana, dalla Presidente della Coop. Il Ponte Serenella Cipriani all’Assessore comunale alle Politiche Sociali Mauro Previdi.

Accanto a loro le assistenti che opereranno presso l’appartamento, ma soprattutto ha emozionato tutti la calorosa accoglienza di Matteo e Nicola, due dei ragazzi che già hanno vissuto varie giornate autonomamente nel nuovo appartamento.

Uno spazio, come hanno ribadito i Presidente Marega e Cipriani, prezioso per mettere alla prova le capacità degli ospiti, accrescere la loro autostima e la loro disponibilità al gestirsi da soli.

Il tutto per sollevare le famiglie da un compito giornaliero tutt’altro che semplice e leggero.

La cerimonia si è conclusa con un brindisi benaugurante, simpaticamente offerto a suon di musica dai due irrefrenabili giovani ospiti Matteo e Nicola.

 

In occasione della scorsa Pasqua si è esibito l'Allegro coro della cooperativa Iter. Grandi applausi dai presenti e un momento di felicità per i ragazzi coinvolti.

Con passione e allegria hanno suonato Nicola, Mauro, Marco e cantato Luana, Tiziana, Antonella e Loredana con l'accompagnamento dell'operatore Daniele.

La preparazione del momento musicale si sviluppa con l’uso di strumenti e della sola voce. L'attività di coro favorisce e stimola i soggetti alla socializzazione, al mantenimento dell’attenzione e della concentrazione, al partecipare insieme a un'attività. Si gioca con i suoni, con ritmi diversi e vari strumenti. ù

Sostieni la cooperativa sociale ITER con il tuo 5 per mille.

C.F.  008615502226

Noi ci mettiamo le idee, Voi metteteci la firma!

 

Pagine

Collaborazioni