L’US Quercia apre agli atleti diversamente abili

 

Lo sport, da oggi, è davvero una realtà per tutti. L’US Quercia, dopo aver per anni ospitato nelle sue competizioni atleti dilettanti diversamente abili, ha deciso di istituire una sezione dedicata a loro.

La società roveretana di atletica si è affiliata alla Fisdir, Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali, realtà a cui è demandata la gestione, l’organizzazione e lo sviluppo dell’attività sportiva per gli atleti con disabilità intellettiva e relazionale. Un passo importante per tutti i giovani desiderosi di veder riconosciuti i propri progressi anche in campo sportivo.

La cooperativa Iter con il suo progetto “Ability Sport” è, naturalmente, parte attiva dell’iniziativa; già da qualche mese, infatti, un gruppo di dieci ragazzi si sta allenando con Elisa Canal e Fabrizio Pedri, sotto la supervisione di Roberto Morandi, educatore sportivo di Iter.

Si arricchirà, dunque, a breve il calendario gare della società giallo verde con l’inserimento,  in alcuni eventi, di gare riservate agli atleti diversamente abili.

Collaborazioni