‘Sensoltre’, percorso artistico di ISF a Rovereto

Toccare, ascoltare, immaginare, oltre i sensi, esplorando le percezioni. Venerdì 12 ottobre abbiamo visitato Sensoltre, il primo percorso multisensoriale al buio tra quadri tattili realizzato da Informatici Senza Frontiere Onlus durante il Festival dedicato alle tecnologie e inclusione sociale.  @InformaticiSenzaFrontiere

 

Il nostro gruppo ha chiuso gli occhi e  si è fatto guidare dalle mani, dall’ascolto in cuffia di voce e musica, per immergersi in una dimensione unica. Arte, musica e tecnologia si fondono in uno stesso momento, creando una nuova ed emozionante realtà espositiva

 

La realizzazione delle pittosculture, così chiamate dall’artista Giovanni Pedote, costituisce una composizione di diversi materiali tra legno, pittura, pietra, sabbia e stoffe. 

 

La scrittura dei testi e la scelta delle musiche sono affidate alla curatrice Emanuela Ferri, anche musicista e studiosa delle forme di collaborazione tra diverse forme d’arte. 

 

L’uso di uno Smartphone NFC (comunicazione in prossimità) con app dedicata consente ai visitatori di accostarsi a ciascun quadro e ascoltarlo in autonomia. 

 

La tecnologia è lo strumento necessario per rendere queste corrispondenze tra le arti pienamente godibili da tutti i visitatori.

Collaborazioni